Tel. 081 803 5720 info@centrostampasrl.it
Condividi l'articolo:

Preferisci comunicare con tutti gli utenti oppure filtrare il tuo messaggio solo alle persone potenzialmente interessate? Tu pensa ad una risposta, noi nel frattempo ti spieghiamo perché è diventato sempre più stretto il rapporto tra gadget aziendali e direct marketing.

Oggi, sopratutto nel periodo storico che stiamo vivendo, le aziende hanno deciso di investire le loro risorse, indipendentemente dal canale, in attività promozionali dedicate a chi realmente potrebbe essere un valore aggiunto.

Acquisire un cliente è un processo particolarmente costoso e fidelizzarlo non è da meno, per questa ragione ci si sta spingendo verso un tipo di proposta personalizzata perché costruita su misura per un determinato gruppo di utenti.

Grazie all’utilizzo dei Big Data è possibile profilare chi interagisce con la nostra azienda, verificare se è in target o meno e costruire un messaggio ad hoc che spinga verso le fasi di conversione, prima, e fidelizzazione poi.

Attenzione però, questo lavoro non può e non deve interessare la sola parte online della nostra attività ma va esteso obbligatoriamente anche alle attività offline attraverso lo studio di una strategia multicanale in grado di ottimizzare costi e risultati.

Ed una volta individuati gli utenti potenzialmente più interessanti è essenziale costruire su di loro un’esperienza unica all’interno della quale il ruolo del leone viene svolto dai gadget aziendali.

Perché diciamo questo? Semplice, perché in un mondo che tende sempre di più al mercato online spesso si commette l’errore fatale di non considerare la promozione tradizionale rappresentata dalla carta o da un oggetto.

Ti faccio una domanda: se il tuo acquisto online ti arrivasse a casa accompagnato da un biglietto creativamente accattivante nel quale il responsabile del negozio ti ringrazia per essere diventata sua cliente e ti regala un codice sconto personalizzato per il successivo acquisto, ne saresti felice oppure no? Sorpreso oppure indifferente?

Scommettiamo che questo piccolo dettaglio su carta diventerebbe motivo di attaccamento al brand e che di quest’ultimo ne parlerai positivamente ai tuoi amici?

Ed ecco che un “semplice” pezzo di carta ti ha trasformato

in advocacy del brand.

E se invece del messaggio personalizzato (o a corredo di esso) ti arrivassero anche una serie di gadget su misura come ad esempio uno zaino, una tazza, una borraccia eco-friendly personalizzata con le tue iniziali o con un fumetto raffigurante il tuo viso?

Ecco, l’obiettivo è esattamente questo, imparare a conoscere talmente bene i tuoi clienti da creare per loro un’esperienza su misura in gradi di fidelizzarli trasformandoli in modo del tutto naturale in ambasciatori del brand.

Questo passaggio ti frutterà più di qualsiasi campagna pubblicitaria decida di mettere in atto.

Ma affinché accada è necessario investire sulla tecnologia in grado di analizzare ed estrapolare i dati che ti interessano e sulle persone che sappiano interpretarli nel modo corretto per trasformarli strategicamente.

Non ultimo è necessario affidarsi ad un fornitore che abbia quelle competenze tecnologiche e creative che gli permettano di realizzare gadget pubblicitari di qualità.

Un’azienda capace di stampare in alta qualità su qualsiasi tipo di materiale (pelle inclusa), di supporto (incisione laser) o di tiratura. Un’azienda come la nostra, ad esempio.

Non ci credi? Prova a contattarci e ti aiuteremo a sfruttare al meglio la tua strategia di Direct Marketing.

Condividi l'articolo: